Skip to content Skip to footer

Ventimila reliquie per la conversione – Twenty thousand relics for divine conversion

12.90

I segreti numerologici del Santuario della Madonnetta di Genova, con il presepe e le statue del Maragliano The Madonnetta Sanctuary in Genoa, its numerological secrets, nativity scenes and Maragliano’s statues

Informazioni aggiuntive

Autore

Categoria

Architettura, Arte, Cronache sociali, Genova e Liguria, Immagini e Luoghi di Liguria, Società

Data di Pubblicazione

2021-05-10

ISBN

978-88-3298-239-8

Legatura

Brossura

Numero di Pagine

144

Descrizione

Sulle alture di Genova c’è il seicentesco santuario Mariano, eretto nel 1696 grazie alla tenacia di Padre Carlo Giacinto, un frate agostiniano scalzo che ebbe in quel luogo la visione della Madonna. È un luogo sacro che indica ai fedeli la strada della conversione. La Madonnetta è a protezione di Genova, del lavoro e del suo porto. 

Uno scrigno di rara bellezza e di devozione, con le sue oltre ventimila reliquie e centinaia di iscrizioni bibliche racchiuse in una straordinaria struttura architettonica in stile barocco a base ottagonale che sale: la via della conversione. Molteplici gli aspetti architettonici, artistici e mistici: il pavimento a raggiera in marmo bianco e bardiglio, disegnato nel 1750 dallo Schiaffino, quello in ciottoli bianchi e neri del sagrato esterno del 1732; il maraglianesco crocifisso del Cambiagio; il gruppo ligneo della Pietà del Maragliano, la statua della Madonnetta in alabastro proveniente da Trapani; e poi paramenti sacri di straordinaria ricchezza per tessuti, broccati e damaschi settecenteschi; e ancora, la celletta in legno dove si ritirava per la notte il fondatore del santuario, Padre Carlo Giacinto. 

La statua della Madonna venerata al suo interno venne solennemente incoronata ben quattro volte, dal 1692 al 1920. La più importante nobiltà dell’epoca volle che i propri cari defunti fossero tumulati entro le mura del Santuario: Balbi, Cambiaso, Cataldi, Doria, Durazzo, Grimaldi, Lomellini, Spinola. Ma si scopriranno anche i segreti di carattere numerologico che il Santuario custodisce.

Un testo che invita a visitare questo mistico luogo dove trovare occasione di conversione e protezione.

On the heights of Genoa is the 17th century Marian sanctuary built in 1696 thanks to the determination of Father Carlo Giacinto, an Augustinian friar who had seen a vision of the Virgin Mary there.It is a holy place that puts visitors on the path to conversion. The Madonetta is the protector of Genoa, its work and its port. The statue of the Virgin Mary venerated inside was crowned four times, from 1692 to 1920. The most important nobles of the time wanted their dead to be buried inside the walls of the Sanctuary: Durazzo, Doria, Balbi, Lomellini, Grimaldi, Cambiaso, Spinola. The numerological secrets guarded by the Sanctuary will also be revealed, with his Twenty-five thousand relics for divine conversion and Maragliano’s statues.

A text which invites the reader to visit this mystical place where conversion and protection awaits.

 

Per vedere la puntata “Indagine ai confini del sacro” di TV 2000 del 30 maggio 2022, clicca qui  

Ventimila reliquie per la conversione – Twenty thousand relics for divine conversion
12.90