Skip to content Skip to footer

Tante Donne

12.00

Scrittrici, pittrici, operaie, scienziate, sante, inventrici e figure eccezionali che hanno contribuito alle battaglie per l’Unità d’Italia; ma anche donne fuori dal comune che hanno aperto la strada all’eccellenza femminile

Informazioni aggiuntive

Autore

Categoria

Saggi

Data di Pubblicazione

2013-04-01

ISBN

978-88-8163-762-1

Legatura

Brossura

Numero di Pagine

250

COD: G201842 Categoria: Product ID: 31520

Descrizione

Scrittrici, pittrici, operaie, scienziate, sante, inventrici e figure eccezionali che hanno contribuito alle battaglie per l’Unità d’Italia; ma anche donne fuori dal comune che hanno aperto la strada all’eccellenza femminile avvalendosi del cuore e della mente ed innalzando ambedue a guida dell’estro. Donne di ieri e di oggi, e non solo italiane. Tutte protagoniste di alto livello, con storie differenti – la diversità rappresenta sempre un grande valore – con estrazioni culturali e religiose varie che, di primo acchito, sembrerebbero separate da steccati, ma con comuni valori. Donne coerenti spinte dalla passione che, grazie alla loro positività comportamentale, sono riuscite a superare difficili prove – spesso pagando con la propria vita – diventando archetipi universali per tutte le altre. Un patrimonio di pensieri, parole, intuizioni e azioni… Questo libro offre anche l’opportunità di indagare su temi di estrema attualità: di emancipazione femminile, delle tante “ferite” delle donne e, in particolare, della violenza di genere, piaga sociale dai mille volti; di trattare il tema dell’otto marzo: un giorno di orgoglio femminile, un giorno per ricordare l’impegno di molte donne che, spesso, hanno lavorato nell’ombra affinché fosse possibile l’uguaglianza fra i sessi; di focalizzare l’attenzione sulla questione della “diversità”, e di affrontare il tema del rispetto dell’ambiente. Tutto ciò lo dobbiamo trasmettere alle nuove generazioni che devono avere memoria del passato, per vivere l’oggi e costruire il futuro. La mancanza di memoria collettiva nei confronti del passato determina assenza di punti di riferimento.

Hildegard von Bingen – Cristine de Pizan
Artemisia Gentileschi – Olympe de Gouges
Donne del Risorgimento – Maria Cristina di Savoia
Emily Dickinson – Mariannina Coffa – Ellen Swallow
Maria Montessori – Grazia Deledda – Lina Merlin
Donne inventrici – Le gelsominaie – Lalla Romano
Frida Kahlo – Rita Levi Montalcini – Rosetta Rota
Gianna Beretta Molla – Le sorelle Mirabal –
Oriana Fallaci – Wangari Maathai – Franca Viola
Maria Grazia Cutuli – Simona Atzori


Per ascoltare alcuni brani dei volumi di Vittoria De Marco Veneziano, cliccate sui seguenti link

Vittoria De Marco Veneziano legge un brano da “Ll’isola a forma di quaglia”

Vittoria De Marco Veneziano presenta Lalla Romano, tratta dal saggio “Tante donne”

Vittoria De Marco Veneziano propone Elvira Mancuso propone Elvira Mancuso

Vittoria De Marco Veneziano da “Sensazioni” legge “Bellezza”  

Tante Donne
12.00