Skip to content Skip to footer

L’eco di un esodo

12.00

Il mio viaggio a Lussino tra le vie e le memorie degli esuli giuliano-dalmatiIntroduzione di Petra Di Laghi

Informazioni aggiuntive

Autore

Categoria

Filosofia, storia e scienze umane, Narrativa

Data di Pubblicazione

2022-02-01

ISBN

978-88-3298-302-9

Legatura

Brossura

Numero di Pagine

160

Descrizione

Il mio viaggio a Lussino tra le vie e le memorie degli esuli giuliano-dalmati

Introduzione di Petra Di Laghi

Questo libro è un viaggio che ha come sfondo la tormentata ma assai poco conosciuta storia dell’esodo giuliano-dalmata avvenuto nel secondo dopoguerra, quando migliaia di italiani che abitavano le terre dell’Istria, Quarnero e Dalmazia passate dalla dominazione italiana a quella jugoslava lasciarono in massa le loro terre abbandonando ogni cosa.

Un viaggio nella grande storia, passando dalle piccole vicende che la compongono come pezzi di un puzzle attraverso le voci di chi le ha vissute in prima persona; un viaggio alla ricerca delle radici dell’autrice, nipote di esuli giuliani, attraverso le tormentate e rocambolesche vicende famigliari; un viaggio dentro sé stessa dove gli strascichi dell’abbandono vissuto e raccontato quotidianamente dai nonni hanno sedimentato, per far capolino nella sua musica e nelle sue parole, anni dopo.

Infine, questo libro può considerarsi l’evoluzione del brano Esodo, uscito il 10 febbraio 2021, la sua parte complementare in narrativa, attraverso la scoperta di fatti ed emozioni che solo chi ha vissuto un esodo ha in memoria.

Il libro contiene QR Code che rimandano a materiale integrativo sempre aggiornato, con immagini e musiche inedite.

L’eco di un esodo
12.00