Skip to content Skip to footer

Athazagorafobia

13.00

L’“Athazagorafobia” è la paura di essere abbandonati, dimenticati o, al contrario, di dimenticare.

Informazioni aggiuntive

Autore

Categoria

Emergenti, Letteratura – narrativa, Narrativa

Data di Pubblicazione

2018-03-07

ISBN

978-88-3298-021-9

Legatura

Brossura

Numero di Pagine

96

COD: G201850 Categorie: , , Product ID: 31816

Descrizione

Athazagorafobia” – parola con cui si indica la paura di essere abbandonati, dimenticati o, al contrario, di dimenticare – è la descrizione del difficile percorso che si intraprende per uscire dalla depressione, di cui l’athazagorafobia è uno dei primi campanelli d’allarme. La raccolta poetica nasce dal desiderio di vedere come una persona con la fobia di venir dimenticata dai propri cari affronterebbe la già difficile situazione di una storia d’amore a distanza.

Senso di insoddisfazione, senso dell’abbandono, ira, euforia, pianti, sono raccontati in quattro parti, nient’altro che le fasi principali dell’athazagorafobia o, più in generale, delle depressione; il titolo di ogni parte rappresenta il punto di vista del malato, e alla fine del capitolo viene descritta in poche parole la diagnosi da parte di una persona esterna alla vicenda: troviamo, infatti, la “Misticità del disturbo (la messa a fuoco)”, “Houdini (senso di abbandono, depressione)”, “M’ama, non m’ama (il troppo attaccamento, il delirio)” e “L’aria fresca (la guarigione)”.

Athazagorafobia
13.00