Blog Notizie

30 ottobre - Davide De Muro & Friends suonano alla Libreria la Feltrinelli di Genova

Mercoledì 30 ottobre 2019 alle ore 18,00 alla Libreria laFeltrinelli di via Ceccardi 16 a Genova

Musica dal vivo

per presentare il  CD musicale di Erga edizioni 

Davide De Muro & Friends  

De Muro Friends Copertina web

Con
Luca Pisu
Mark Baldwin Harris
Daniele Di Gregorio
Armando Celso
Mauro Culotta
Carlo Denei
Gianpaolo Petrini
Massimo Coppo
Luca Calabrese
Davide Calabrese
Alessandro De Muro
Franco Buffarello
Franco Bogliano
Giampiero Malfatto
Roberta Tuis
Stefano Bellana
Paolo Bussa
 Invito Feltrinelli 30 ottobre De Muro

28 ottobre - Genova - Aldo Gorini presenta “Azione pastorale e diritto canonico” alla Libreria San Paolo

Lunedì 28 ottobre 2019 alle18.00 alla Libreria San Paolo di Genova in Piazza Matteotti 31-33/r

Conferenza in occasione della presentazione del volume di Aldo Gorini


Azione pastorale e diritto canonico

Percorsi nel vissuto della Chiesa Cattolica
dal XX Secolo a Papa Francesco

introduce
Emilio Artiglieri, Avvocato presso la Curia Romana

QUESTA INIZIATIVA E' ACCREDITATA PRESSO L'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI GENOVA

28 ottobre 2019 Presentazione Diritto Canonico

23 ottobre - "I fantasmi gentili" di Nausica Muzio Ravina alla Feltrinelli di Genova

Mercoledì 23 ottobre 2019 alle 18,00 alla Libreria laFeltrinelli di via Ceccardi 16 a Genova

Bruno Orsini, già Senatore e Riccardo Battaglia presentano

I fantasmi gentili 

nel castello della follia

di Nausica Muzio Ravina


I fantasmi gentili 23 ottobre Feltrinelli

 

L’originalità di questo piccolo gioiello della letteratura psichiatrica è che travalica fin dalla prima pagina i limiti che ogni genere letterario descrive. Il manicomio stesso è trasformato in un “non manicomio”. Da queste pagine e dalle illustrazioni che l’accompagnano  escono fantasmi (gentili) che prendono corpo e diventano persone. 

“Una volta, in una favoletta scritta da alcuni colleghi, l’Ospedale è stato paragonato ad un castello circondato da una nebbia che avvolge coloro che entrano e non li lascia più uscire. Come farò ad uscire dalla nebbia dove vagano e mi trattengono i miei fantasmi gentili? Forse l’unica possibilità di rompere l’incantesimo è di portarli fuori con me, dentro di me…”

Sfaccettature, cristalli, che brillando descrivono, ciascuno con il suo linguaggio specifico e universale nel contempo, emozioni in cui riconosciamo noi stessi. I fantasmi gentili entrano in noi, ci parlano e ci invitano a non avere paura, ci indicano la strada.

Un’opera straordinaria capace di rendere intellegibile ciò che sembra oscuro, evidente l’invisibile, attraverso un’incredibile molteplicità di linguaggi (fumetti, in particolare, ma anche quadri, oggetti realizzati da “matti” e donati all’Autrice). Proprio perché supera le parole, non ce ne sono di adeguate per descrivere questo coro ben intonato in cui ognuno può aggiungere o trovare la sua voce.

 

19 ottobre - "Suoni tribali" di Gianluca Crugnola al Musical Box di Besozzo (Va)

Sabato 19 ottobre alle 17 nel Musical Box di via XXV Aprile, a Besozzo (VA)

Gianluca Crugnola presenta il suo volume

SUONI TRIBALI

Racconti emozionali di musica punk e rock&roll dagli anni ’60 ad oggi

19 ottobre Suoni tribali

I suoni sono sensazioni, vibrazioni percepibili tra le note; ascoltare musica ha alimentato la mia sensibilità e accresciuto la curiosità nel cogliere queste emozioni. Ho provato a descriverle con parole, realizzando racconti passionali e reali, del rapporto con i dischi e le opere che hanno segnato intere generazioni. Queste interpretazioni musicali, arricchite da brevi recensioni, sono raccolte in questo libro che vuol provare a dar vita alle sensazioni sperando di regalare al lettore la possibilità di riscoprire grandi classici e riascoltarli facendosi trasportare dalle storie di un reduce degli anni Novanta. Desidero parlavi in via confidenziale della grandezza creativa di alcuni artisti, senza annoiarvi con specifiche tecniche da addetto ai lavori ma puntando sull'emotività che tutti gli amanti dei genere punk e rock&roll potranno cogliere.


Gianluca Crugnola nasce ad Angera il 31 luglio 1976, crescendo in un paese della provincia Varesina, coltiva la passione per la musica fin da giovanissimo condividendola con gli amici, una generazione di sognatori a cui per trovarsi altrove bastava alzare il volume dello stereo. Forma un'ampia competenza in materia di supporti analogici e digitali attraverso ore di ascolti usufruendo della sua vasta collezione di dischi. Rafforza la sua cultura grazie alle conoscenze nell'ambito musicale locale, studi di registrazione e produzione. Da sempre estimatore dei concerti live ed organizzatore di eventi, dedica il suo tempo libero collaborando con varie associazioni per la realizzazione di festival di strada e esibizioni di giovani artisti . Nel 2018 ritaglia del tempo dopo le giornate lavorative in cantiere per dare finalmente sfogo alla sua scrittura umorale con la stesura di Suoni Tribali, il suo esordio editoriale.

 

19 ottobre - Quando l'arte si fa byte - Reasoned Art a Palazzo Rosso a Genova

Sabato 19 ottobre A Palazzo Rosso a Genova, (Teatro Auditorium in Strada Nuova, via Garibaldi 18)

si terrà l'Inaugurazione della mostra

Surrealismo e Digital Collage Art a confronto

Reasoned Art presenta H3c e Marcos Guinoza

 

Orario: da lunedì a domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 19.00

Ingresso libero

 

Locandina Fronte

Digital Collage Art Locandina Retro


Il collage digitale, nella sua forma, non è nuovo sulla scena artistica. Si utilizza la stessa tecnica di produzione usata per realizzare un collage convenzionale fatto a mano, creando un’opera d’arte completamente nuova da un assemblaggio di materiali artistici esistenti. La realizzazione del collage risale ai primi anni del ventesimo secolo, Pablo Picasso e Georges Braque furono i primi a utilizzare la tecnica del taglia e incolla. Gli artisti contemporanei manipolano i campioni di opere d’arte esistenti, immagini virtuali e trame provenienti da fonti diverse e assemblano le immagini in digitale con l’uso di particolari programmi per computer, elementi essenziali del processo di produzione. Un artista digitale deve saper padroneggiare le tecniche specifiche del suo mezzo, ma le conoscenze necessarie sono le stesse richieste ad un suo collega tradizionale: dalla prospettiva alla composizione, dall’uso del colore a quello della luce. Il digital collage unisce tradizione e innovazione: H3c Marcos Guinoza riprendono le tematiche e il metodo dal Surrealismo e la tecnica dal movimento Dada riproponendole in chiave contemporanea.

Reasoned Art è una nuova forma di mostra, un nuovo laboratorio sull’arte contemporanea per divulgare diverse forme d’arte ed artisti emergenti. È un testo che diventa un saggio, un’idea di mostra/laboratorio per lasciare spazio all’emozione dell’osservatore. Ognuno di noi può dare un’interpretazione diversa all’arte e questo vale soprattutto per le nuove correnti. Reasoned Art si pone l’obiettivo di indagare sul ragionamento che ha spinto l’autore a creare la sua opera, stimolando il fruitore a riflettere sulle motivazioni e sul messaggio che l’artista vuole rendere esplicito con il suo lavoro. Esse sono presentate in un confronto tematico, cercando di analizzare gli elementi in comune e sono abbinate in modo da creare un duplice percorso (surrealismo storico/ surrealismo contemporaneo) che possa essere d’aiuto allo spettatore. La mostra è solo uno spunto da cui partire, attraverso cui il fruitore si allena a stimolare la curiosità, a riflettere e a criticare ricercando una propria autenticità e un proprio punto di vista. Lo scopo è portare lo spettatore, tramite l’esperienza vissuta all’interno dell’esposizione, ad ampliare i propri orizzonti per avere una visione più ampia della scena reale in cui vive.

L’idea di base della mostra è quella di divulgare il Digital Collage Art e dimostrare che l’arte contemporanea è arte del nostro tempo; essa rispecchia le nostre attitudini e la nostra quotidianità. L’applicazione del modello in questione e dell’idea della mostra prende vita a Palazzo Rosso nel Teatro StradaNuova in Via Garibaldi a Genova, dal 19 Ottobre al 7 Novembre 2019. Il percorso espositivo della mostra stimola la creatività del fruitore. Esso si basa sul confronto tematico tra le opere storiche di pittori surrealisti (Dalì, Magritte, Miró, Ernst, Man Ray, Kahlo, Chagall, Picabia)e leopere di due artisti emergenti del Digital Collage Art, ossia H3c e Marcos Guinoza, esponenti del nuovo Surrealismo del ventunesimo secolo.

Il percorso dell’esposizione ripercorre le tappe dell’esistenza dell’essere umano attraverso i temi affrontati nei confronti delle opere esposte. Si parte dall’infanzia con il tema della nascita seguito da angoscia e inquietudine. In età adolescenziale i temi sono l’attesa, l’amore, lo smarrimento, la ribellione e l’evasione. Identità, visione del mondo, omologazione, apparenza e realtà sono ciò che caratterizza l’età adulta. L’età senile è sinonimo di malinconia, speranza e declino. Il percorso termina con l’auspicio di un nuovo inizio.


Il lavoro artistico di Marcos Guinoza è un connubio di ispirazioni surrealiste e minimaliste. La sua arte è un continuo creare immagini per indagare gli esseri umani e le loro contraddizioni. L’artista brasiliano svolge anche un lavoro introspettivo poiché tramite le sue opere comprende se stesso, le sue frustrazioni e i suoi sentimenti, esprimendo ciò che lo angoscia maggiormente come la solitudine, la malinconia, il vuoto, la noia o le insoddisfazioni. È interessato a quella fase di vita dove si viaggia in modalità autopilota.

Le opere di H3c rappresentano un tentativo d’incontro tra reminiscenze surrealiste e influenze dalla pop art. La sua arte esplora, principalmente attraverso la tecnica del Digital Collage, i meandri della psiche umana, nonché le ansie e le paure che accomunano l’intero sistema sociale. Di recente l’artista italiano ha affrontato, in chiave ironica e dissacrante, tematiche sempre più spesso legate all’ambito dell’etica, del sociale e della politica. Non a caso, il fenomeno dell’incursione nei musei che ha visto principe il writer inglese Bansky, è stato oggetto di rivisitazione divenendo un fondamentale punto di partenza per la realizzazione dei suoi lavori più recenti. 

 

18 ottobre a ROMA - "Peccato io non sono sorda" per i 5 anni di CODA

In occasione del 5° anno di CODA Italia

venerdì 18 Ottobre alle 16.30 a ROMA

nell'Istituto Statale dei Sordi di via Nomentana 56, 

Tiziana Cecchinelli presenta il suo volume

Peccato, io non sono sorda! 

 Assieme all'autrice intervengono:

Gloria Antognozzi, presidentessa CODA, Manolo Vacca, Consiglio Direttivo, Ilaria Fornaciari

Traduzione in LIS

Per concludere, Aperisegno da Monk in via Giuseppe Mirri 36

18 ottobre Cecchinelli

 

“Peccato, io non sono sorda!” è l’autobiografia dell’autrice. È la storia di una bambina cresciuta da due madri, una udente, l’altra sorda. Appartenenti a due mondi distanti tra loro, il cui unico collegamento è lo spazio creato dal vivere assieme. Una terra di mezzo dove vivono tutti i figli udenti di genitori sordi e i famigliari di persone con disabilità. Due mondi e due modi di comunicare, con la voce e con le mani. È la storia di chi ha tentato di scappare, di chi non ha tollerato la vergogna di avere due genitori sordi, di chi non ha saputo tacere e di chi ha taciuto.

La figlia diventa donna e tre bambine sorde irrompono improvvise nel tran tran lavorativo. Impossibile resistere. Chiara, Martina ed Emma la riportano a casa, dove ha potuto recuperare il suo essere stata sorda per non sentire e non vedere le parole e gli occhi degli altri.

“Peccato, io non sono sorda!” è il racconto del cammino di una figlia mezza sorda e mezza udente. Amante della disabilità. Alla ricerca di se stessa.

16 ottobre - Nasce la nuova collana LEGA-MENTI - 36 autori alla Feltrinelli di Genova

Mercoledì 16 ottobre 2019 alle 18,00 alla libreria laFeltrinelli di via Ceccardi a Genova
Massimo Villa presenta


Sei un mito 4.0

Raccolta di racconti ri-visti e (S)corretti

Primo volume della Collana Lega-Menti 

36 autori si confrontano con stili personalissimi sulla moderna interpretazione del mito

17 ri-creazioni di classici letterari 
16 racconti fra fiabe, fumetti e cinema
e 1 graphic novel di Tiziano Riverso e Sara Magnoli

Un progetto innovativo nato anche per creare legami fra la scuderia di autori di una casa editrice e per un'offerta a tutto tondo su uno specifico argomento. 

Il primo volume è dedicato al MITO


Fabio ACCORRÀ/Mowgli, AN15/Hansel e Gretel, Giorgio ANSALDO/Mary Poppins, Dario APICELLA/Cyrano, Mattia BAGNATO/Dracula, Daniele CAMBIASO/Rosso Malpelo, Juri CASATI/Sherlock Holmes, Maria Cristina CASTELLANI/Valmont, Camilla CHELOTTI/Montecristo, Fabio COSIO/Il Corsaro Nero, Elisa CRISTIANO/Il Cappellaio Matto, Sabrina DE BASTIANI/Bella, Ettore DE KATT/Il Piccolo Principe, ELISELLE/Alice in Wonderland, Simone FARELLO/Renzo e Lucia, Giovanni GIACCONE/Lady Chatterley, Meltea KELLER/Cassandra, Chiara KIKI EFFE/Candy Candy, Francesco LO BIANCO con Fernanda FERRARI/Don Chiscotte, Marvin MENINI/Babbo Natale, Mirko MIGNONE/Caronte, Sara MORCHIO/Ofelia, Milvia MORETTI/Il Gatto con gli stivali, Valentina MORPURGO/Ulisse, Benedetto MORTOLA/Cappuccetto Rosso, Alessandra PESCE/Vanessa Ferrari, Francesco PITTALUGA/Icaro, Deborah RICCELLI/Rocky, Tiziano RIVERSO con Sara MAGNOLI/Biancaneve, Marina SAVOIA/La Sirenetta, Carla SCARSI/Eta Beta, Luana VALLE/Narciso, Alessandro VIETTI/Daneel Olivaw, Massimo VILLA/Il Cavaliere senza testa

Saranno presenti alcuni autori ma non tutti i 36!!! :-)

Invito Feltrinelli16

 

13 ottobre - Alla ricerca di Peter Pan al Teatro Govi di Genova

Il 13 ottobre  2019, alle ore 16.30 al Teatro Govi (Via Pastorino, 23R 16162 Genova Bolzaneto), 

la COMPAGNIA LIBERITUTTI presenta 

ALLA RICERCA DI PETER PAN

con Fiorella Colombo, Alessandro Gajetta, Margherita Nigro, Gabriele Nucera, Giuseppe Pellegrini

ingresso € 7 - informazioni e prenotazioni: O1O-74O47O7

13 ottobre Genova Peter Pan al Teatro Govi

 

 

12 ottobre - "Le profezie del Titanic" di Pasquale Mottolese alla Libreria San Paolo di Genova

Sabato 12 ottobre 2019 alle 10.00  alla Libreria San Paolo di Genova in Piazza Matteotti 31-33/r 

Pasquale Mottolese presenta il suo volume

Le profezie del Titanic
Manoscritto trovato in una bottiglia dispersa nel Mare Oceano
ed evacuata forse dalle viscere del Leviathano

introduce lo scrittore Massimo Villa

 

Genova 12 ottobre Titanic

10 ottobre - LE DUE TORRI VUOTE del Campus Einaudi di Torino all'Università di Torino

Giovedì 10 ottobre 2019 dalle 17 alle 19
Sala lauree rossa (grande) - Campus Luigi Einaudi

presentazione del volume

LE DUE TORRI VUOTE

del Campus Einaudi di Torino
La manipolazione delle coscienze non è solo
un lungo esercizio pubblicitario
di Fernanda Ferrari, Erga edizioni

Interviene

Elisabetta Grande - Università del Piemonte Orientale

Reading a cura di Antonio Castore e Gianni Piovano

Conduce

Davide Petrini - Università degli Studi di Torino

Sarà presente l’Autrice

Le due torri vuote del Campus Einaudi di Torino Copertina WEB

Il romanzo è ambientato nel Campus Einaudi di Torino. Progettato da Norman Foster, uno dei più importanti architetti britannici contemporanei, è stato inserito dalla CNN fra i 10 edifici universitari più spettacolari del mondo. All’interno c’è la Biblioteca Norberto Bobbio con i suoi 26 km di scaffali di libri e gli spazi autogestiti dagli studenti sui temi dell’ambiente, migrazione e libertà di genere. 

Il tema centrale di questo insolito romanzo è quello della nuova generazione alle prese con i problemi della globalizzazione, virtualiz­zazio­ne, e condizionamenti: “La manipolazione delle coscienze non è solo un lungo esercizio pubblicitario, ci abituiamo da soli sin da piccoli a subirla ed esercitarla”. Le vicende si svolgono, tra Torino, Milano e Genova, a ritmi incalzanti e con una cadenza di mistero. Spunta in mezzo alle pagine il favolistico gatto “Signor Cagliostro”, che vive con due anziane signore, Virginia e Carolina, nella Riviera Ligure di Levante.

Un libro che pone una domanda: solo i gatti leccano i raggi di luna nella ciotola dell’acqua convinti che si tratti di latte? 


Fernanda Ferrari è nata a Genova nel 1955. Ha conseguito studi di Medicina e Chirurgia e in seguito si è laureata in Lettere - storia moderna e contemporanea. Ha proseguito con ricerche storiografiche letterarie collaborando anche con l’Archivio di Scrittura Popolare dell’Università di Genova con uno studio sulla mentalità religiosa nel Novecento nel mondo contadino. Ha pubblicato con Erga Edizioni “Non si vive solo una volta - Donne settantenni si raccontano”. 

 

Fernanda Ferrari a Torino

Il nostro sito usa i cookies per migliorare e ottimizzare la navigazione e consentire l'uso degli strumenti di acquisto. Non usiamo altri tipi di cookies. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.